Cuffie da studio: le migliori 10!

Penso che uno degli investimenti migliori in termini di strumentazione sia un buon paio di cuffie da studio, in particolare se costituiscono il tuo unico ascolto.

È un investimento che sicuramente durerà a lungo nel tempo e ti assicuro che le utilizzerai molto più spesso di quanto credi.

I motivi per cui è importante avere un buon ascolto li ho già elencati nella seconda puntata del video corso di home recording, perciò in questo articolo mi concentrerò sugli aspetti più specifici della scelta e ti consiglierò 10 ottimi modelli di cuffie da studio.

Come scelgo le cuffie da studio più adatte a me?

Quanto vuoi spendere? Questo è sempre il parametro che ci da la scrematura iniziale, ti avviso subito che qui si parlerà (a parte un paio di eccezioni) di prodotti dai 100 euro in su.
Le usi principalmente per registrare oppure mixare/comporre oppure tutti e due? Nel primo caso ti consiglio di scegliere cuffie chiuse o isolate, nel secondo caso invece cuffie aperte. Se invece ci devi fare un po di tutto magari possono farti comodo le semiaperte.

Il problema sta in questi termini: In generale le cuffie aperte e semi aperte sono migliori per mixare perché evitano la risonanza delle frequenze basse all’interno della cuffia e restituiscono un suono più pulito e lineare.

Le cuffie chiuse invece sono migliori per registrare perché impediscono al suono di uscire dalle tue cuffie, raggiungere il microfono e sporcare la registrazione.

Come puoi vedere, le cuffie perfette per tutte le situazioni non esistono, bisogna tenere conto di questa “coperta corta” e quindi se si deve sia registrare che mixare, bisogna optare per un paio di semichiuse, oppure, dal momento che le cifre non sono poi così proibitive, per 2 paia, uno di aperte e uno di chiuse.

Mi serve un amplificatore da cuffie?

Questo dipende molto dalla sorgente con cui andrai ad usare le cuffie, nella maggior parte dei casi si può fare senza, infatti, spesso e volentieri io collego le mie AKG direttamente nel cellulare o nel portatile e non ho problemi.

Tuttavia esistono alcune cuffie ad alta impedenza (dai 100 Ohm in su) che richiedono la potenza di un amplificatore da cuffie per dare un buon volume di ascolto.

In ogni caso se ti ritrovi con poca potenza in cuffia, puoi sempre mettere in mezzo un ampli da cuffie per avere più margine di volume.

Detto questo non mi dilungo oltre e passo alla lista vera e propria:

akg k240 mkII

AKG K240 MK II

Tipo: semichiuse
Impedenza: 55 Ohm
Massima potenza: 0.2 W
Prezzo: Amazon

Queste sono in assoluto le cuffie da studio che più raccomando se non sai cosa scegliere.
Molto ben bilanciate come risposta in frequenza, comode da indossare, robuste, potenti, funzionano con qualsiasi dispositivo (si, anche col cellulare).
L’unica pecca è data dal fatto che non sono cuffie chiuse e quindi chiaramente, a volumi alti, un po’ di suono esce dalle cuffie.

Beyerdynamic dt880

Beyerdynamic DT 880

Tipo: semichiuse
Impedenza: 250 Ohm
Massima pressione sonora: 96 dB SPL
Prezzo: Amazon

Queste cuffie della Beyerdynamic sono simili alle k240 e sono molto rinomate tra gli audiofili.
Hanno un impedenza molto alta e per questo motivo conviene usarle in accoppiata con un buon amplificatore da cuffie.

Audio-Technica ATH-M50x

Audio-Technica ATH-M50x

Tipo: chiuse
Impedenza: 38 Ohm
Massima pressione sonora: 97 dB SPL
Prezzo: Amazon

Con questo modello comincia la serie delle cuffie chiuse che, come ho già detto, in un contesto di registrazione, sono preferibili.
Se non ti piace il colore marroncino, esiste la versione color nero classico. 🙂

i seguenti modelli sono tutti abbastanza simili a queste con qualche variazione sul tema, sono tutti modelli validissimi, ma se possibile consiglio di provarli di persona per scegliere il più adatto alle proprie orecchie.

sony mdr7506

Sony MDR7506

Tipo: chiuse
Impedenza: 63 Ohm
Massima potenza: 1 W
Prezzo: Amazon

Sennheiser HD-280 Pro

Sennheiser HD-280 Pro

Tipo: chiuse
Impedenza: 64 Ohm
Massima pressione sonora: 102 dB spl
Prezzo: Amazon

shure srh840

Shure SRH840

Tipo: chiuse
Impedenza: 44 Ohm
Massima potenza: 1 W
Prezzo: Amazon

 

vic firth sih 1

Vic Firth SIH 1

Tipo: chiuse, isolanti
Impedenza: 32 Ohm
Massima pressione sonora: 110 dB SPL
Prezzo: Amazon

Credo sia il caso di spendere due parole su queste cuffie alquanto peculiari e progettate apposta per i batteristi.
Queste cuffie sono isolanti esattamente come un paio di cuffie protettive da lavoro.
Sono scomodissime da usare in quanto premono forte contro le orecchie per “tapparle”, però a livello di isolamento offrono una performance insuperabile e anche come potenza sono fenomenali.
Il suono è abbastanza bilanciato, di certo non è confrontabile con le altre della sua serie, ma rimane comunque ad un livello decisamente buono.

sennheiser hd 600

Sennheiser HD 600

Tipo: aperte
Impedenza: 300 Ohm
Massima pressione sonora: 97 dB SPL
Prezzo: Amazon

Con questo modello comincia la serie delle cuffie aperte caratterizzate da un suono estremamente pulito e bilanciato, ideali per mixare ma pessime per registrare con dei microfoni in quanto equivale a registrare con delle casse accese.

akg k701

AKG K701

Tipo: aperte
Impedenza: 62 Ohm
Massima potenza: 0.2 W
Prezzo: Amazon

Ho un aneddoto su queste cuffie:
Diversi anni fa cercavo un paio di cuffie da utilizzare soprattutto per mixare.
Un negoziante mi ha fatto provare le K701 e sono rimasto molto sorpreso, perchè mi davano l’impressione di ascoltare attraverso le mie casse KRK, quindi ho pensato “grandioso! però è inutile avere due ascolti uguali, le cuffie mi dovrebbero dare un secondo punto di vista sul mio mix”.
Quindi ho optato per le AKG k240 mkII.

Morale della storia: le AKG k701 non fanno per me, ma potrebbero essere invece la soluzione perfetta per chi non può usare un buon paio di monitor per i propri mix.

samson sr850

Samson SR850

Tipo: aperte
Impedenza: 32 Ohm
Massima potenza: non specificato
Prezzo: Amazon

Chiudo la mia lista con un modello perfettamente in linea con ciò che ci si aspetta dalla Samson: un prodotto estremamente economico ma robusto e di qualità molto elevata.
Provare per credere! Queste cuffie ti sorprenderanno!

69 Replies to “Cuffie da studio: le migliori 10!”

          • Roberto Autore dell'articolo

            Ciao Gianni.
            mi dispiace ma non conosco quel modello, ti consiglio di leggere la loro scheda tecnica e valutare se hanno le caratteristiche adeguate al tuo scopo esattamente come ho spiegato qui in questo articolo.

  1. Gianni

    Io ho le sennheiser hd 25 c II ma non le trovo adatte per lo studio, sono cariche di bassi, questi ultimi coprono le altre frequenze, e poi sono scomode, non capisco perchè vengono chiamate “legende” queste cuffie, mah…
    Vorrei prendere quindi cuffie aperte, sono incuriosito dalle akg k701 ma ho visto anche le Beyerdynamyc 990 pro che non sono nella tua lista peró.
    Quali sono le differenze, quale mi consigli? Informaci un po
    Ti ringrazio in anticipo
    Grazie sempre delle tue risposte e consigli
    Buon Lavoro

    Rispondi
  2. filippo

    Ciao roberto.se hai due mi uti vorrei farti una domanda.posseggo le beats pro e io che sono solo un dj producer le ritengo veramente ottime peso e pressione in testa a parte.Da poco ho letto un articolo che le screditava completamente ma sinceramente a me sembrano veramente bomba..ho capito il fatto che hai detto sul fatto hi-fi e studio, ovvero se influe zano o meno il suono modificandolo,ma mi piacerebbe sapere una recensione o un tuo parere personale sulle beats pro con riferimento particolare alla qualita’ sonora…ti ringrazio anticipatamente.un saluto

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      Ciao Filippo!
      Mi trovi purtroppo d’accordo con chi dice che le beats sono ottime cuffie hi-fi.
      Detto in parole povere, su un paio di cuffie da studio non è detto che l’ascolto sia sempre “piacevole”, deve solo essere “accurato”.
      Perciò se un paio di cuffie ti da sempre un ascolto piacevole, probabilmente non sono accurate, anche se sono il top per il solo ascolto.

      Rispondi
  3. Digitosk

    Non ci posso credere, era proprio il tipo di informazioni che cercavo!!
    Grazie mille x aver condiviso la tua conoscenza.

    Ps. Il modello in chiusura è una vera chicca 🙂

    Rispondi
  4. Italo

    Ciao Roberto ho appena comprato le akg K240 studio che differenza c’è con le K240 MK II? E poi : dire semi-chiusa o semi-aperta è la stessa cosa? Sono alle prime armi ma ho già imparato molto da te … Complimenti. Ciao.

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao, non ho fatto ascolti accurati ma mi sembra che le mkII abbiano giusto un filo di bassi in più.
      si semi chiuse e semi aperte sono la stessa cosa.
      grazie per il tuo supporto ciao!

      Rispondi
  5. Leonardo

    Ciao Roberto
    Grazie per le tue recensioni veramente ottime volevo chiederti un consiglio per un paio di cuffie chiuse circumaurali
    Sono un felice possessore delle Akg Q701 le trovo perfette, l’unico problema sono derivati dai miei ascolti notturni che purtroppo disturbano chi è vicino a me. Ho già provato le audio technica ath m50x hanno un suono veramente dettagliato l’unico neo nel mio caso è la pressione sùlle mie orecchie
    Sapresti consigliarmi un paio di cuffie per axcolto hi fi chiuse e comode
    Grazie per una tua eventuale risposta

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      mi dispiace ma non saprei cosa consigliarti perchè purtroppo tutte le cuffie chiuse sono fatte apposta per chiudere e premere un po’ contro le orecchie.

      Rispondi
  6. Lino

    Come mai non citi le Beyerdynamic DT 770 PRO? Tra l’altro vengono prodotte da 32, 80 e 250 ohm. Quindi per qualsiasi utilizzo. Sono cuffie chiuse e credo che siano abbastanza buone anche per fare mix a livello di home recording. In che posizione le metteresti? Inoltre per avere una migliore resa nel suono, delle cuffie ad alta impedenza (10 volte maggiori rispetto alla sorgente) pare siano più indicate per utilizzo da studio, specie per mixare. Questo però credo implichi comunque l’utilizzo di un buon preamplificatore per ottenere un adeguato livello di ascolto. Sei daccordo anche tu con questa tesi?

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      le beyerdynamic dt 770 pro sono ottime cuffie, ne ho sempre sentito parlare bene ma non ho mai avuto occasione di provarle e solo per questo motivo non le ho inserite.
      non mi piace fare classifiche e questo articolo vuole essere solo un elenco senza particolari gerarchie.
      sono tutti strumenti validi.
      infine non sono d’accordo con la tesi che hai esposto perchè non ne vedo il motivo.
      fermo resta comunque che impedenza più alta, a parità di segnale, significa minore potenza trasferita alle cuffie e quindi potrebbe essere necessario un ampli da cuffie per amplificare il segnale.

      Rispondi
  7. cristiano

    Ciao Roberto,

    Devo regalare un paio di cuffie x mio padre… Lui le usa esclusivamente con il suo piano digitale Roland… Budget 150/180 euro. Consigli?? Io avevo pensato a delle Bose AE2…

    Rispondi
  8. Mariangela

    Ho letto l’articolo ed è molto interessante, grazie per le tante e dettagliate informazioni! Ma forse sono un po’ troppe per me, ho visto tutti i modelli e ce ne sono alcune che fanno al caso mio ma su nessuna sono certa al 100%. Cerco un paio di cuffie da uso casalingo, per registrare qualche brano con la chitarra elettrica e poterlo ascoltare in cuffia mantenendo un suono pulito, c’è qualche modello che dovrei preferire rispetto ad un altro? Che tipologia è più adatta alla situazione? Ti ringrazio per l’articolo e per la futura risposta

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      io andrei su un paio di cuffie semi aperte che sono abbastanza versatili per tutti gli utilizzi che hai esposto.
      per mio gusto personale andrei sull akg k240 con o senza l'”mkII”.
      ciao!

      Rispondi
  9. kathiusha

    ciao! vorrei acquistare delle sennheiser HD 598 aperte per missaggio. Mi servirebbero per produzioni importanti da fare in home studio. Ha già delle casse Adam A5x ma la maggior parte del lavoro la farebbe in cuffia…possono andare bene secondo te per un lavoro di missaggio serio?

    Rispondi
  10. alessandro

    Ciao, mi dici che differenza c’è tra akg 240 e akg 271? Quale mi consiglieresti tra i due??
    Ho appena acquistato un pianoforte yamaha cp 4 e li voglio usare sempre, così elimino la cassa spia

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      si, c’è una grossa fondamentale differenza:
      le 240 sono semiaperte (o semichiuse se preferisci) mentre le 271 sono chiuse.
      come spia ti consiglierei cuffie chiuse, quindi le 271.

      Rispondi
  11. Corrado

    Ciao Roberto mi chiamo Corrado e mi sto organizzando per registrare alcune mie composizioni. Pc con windows 10 , FOCUSRITE SCARLETT 2i4 , mixer Beringer qx1002 USB , microfono Samson C01 ….. software Audacity …
    Dunque la domanda è la seguente : per registrare io cantante ho necessità di ascoltare in cuffia la base musicale e contemporaneamente ascoltarmi .. ho sempre dovuto usare due cuffie incrociate in testa per fare ciò.. Ora che ho la scheda audio in effetti avendo due canali posso ascoltarmi e ascoltare la base ma quando registro su audacity viene registrata anche la base e non so come fare …. esistono cuffie con fili sdoppiati per queste situazioni ? Grazie Corrado

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      hahahaha 2 cuffie incrociate non le avevo mai sentite! che spettacolo! 🙂
      allora, non servono fili sdoppiati, la scheda audio ti permette di miscelare in cuffia il feed del microfono con la base che arriva dal computer.
      metti da parte il mixer che per registrare non serve e fa solo confusione.
      collega la scheda al pc col cavo usb, il microfono all’ingresso della scheda e le cuffie all’uscita cuffie della scheda.
      fine dei collegamenti.
      sulla scheda hai una manopolina che si chiama “direct monitor” che non fa altro che miscelarti in cuffia la base e il feed del microfono.
      in registrazione ci sarà solo il microfono
      (lo switch sotto mettilo su “mono”)

      Rispondi
      • Corrado

        Ciao Roberto scusa la mia ignoranza ma mi trovo di nuovo al punto di partenza.
        Infatti la mia scheda audio FOCUSRITE SCARLETT 2i4 funziona benissimo da sola ma, come hai fatto presente , il volume risulta un pò basso e poi non prevede possibilità di agire su reverbero e quant’altro. Quindi come da te consigliato invio il segnale dalla scheda audio al mixer Beringer qx1002 USB e posso armeggiare liberamente su volume ed effetti. Il problema consiste nel fatto che, poichè il segnale della scheda lo prendo dall’entrata della cuffia mi viene registrata anche la base che mi serve per cantare….
        Sono in un vicolo cieco …..PS ( anche se lo prendo dalle uscite posteriori ho lo stesso esito )

        Rispondi
        • Roberto Autore dell'articolo

          Il microfono deve entrare diretto nella scheda audio.
          Il mixer ti dovrebbe fare solo da amplificatore x cuffie (no effetti).
          La miscelazione voce-base va fatta col direct monitoring della scheda.
          Infine se vuoi un po di riverbero alla voce, puoi aprire una mandata di software monitoring con l’effetto completamente “wet” in modo che esca con la base.
          Segui attentamente questo video in cui spiego molte cose legate al tuo problema:#005 http://youtu.be/YEwZk9-UQ7c – Latenza e Monitoring

          Rispondi
  12. Andrea

    Ciao Roberto sono Andrea, complimenti per l’articolo.

    Sto cercando delle cuffie da usare su mixer dove miscelo base da pc e basso elettrico. Il mio problema è che con le cuffie che ho adesso (assolutamente scarse) il suono del basso è distorto. Il basso è collegato diretto al mixer tramite DI. Che cuffie mi consiglieresti?

    Grazie

    Rispondi
  13. DAMIANO

    Ciao Roberto, lavoro in studio con due monito yamaha hs7 scheda audio scarlett 2i2 su imac, che cuffie mi consiglieresti? ,avevo pensato alle beyerdynamic dt900 pro 250ohm che ne dici?
    Grazie!!!!

    Rispondi
  14. MauAsRoma

    Ciao
    Ma le Sennheiser hd 650 e le Philips Fidelio X2 fanno pena secondo te o non sono considerate cuffie da studio e per questo non le vedo nella tua classifica?

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      Ciao,
      le cuffie inserite in questa lista sono solo quelle che io personalmente ho avuto modo di provare e che ritengo valide anche per produzioni professionali.
      Quelle che mi hai indicato purtroppo non ho avuto modo di provarle e quindi non posso dirti nulla per certo.
      Però, pare che le Hd 650 siano molto simili alle Hd 600 e quindi non mi farei troppi problemi su questo modello.
      Le Philips purtroppo non le conosco.

      Rispondi
  15. leoluca

    Roberto giacchè sei un esperto del settore mi servirebbe una cuffia che annulla o quasi le frequenze basse, le voci o il russare per intenderci ho fatto una mia indagine su internet ma non sono riuscito a avere niente né da peltor o la 3M etc., più versate verso le alte frequenze tipo martelli pneumatici ambienti da frabbrica o edili.
    puoi darmi tu qualche marca, PER LE FREQUENZE BASSE? GRAZIE

    Rispondi
  16. Raffaella

    Ciao complimenti per il sito, ho bisogno di un consiglio… a me servirebbero delle cuffie da studio che però non debbano essere collegate con il classico jack da 3.5 nel pc ma con porta usb da poterle far figurare come nuovo dispositivo audio nel computer, quindi in modo indipendente, esistono? Ho visto quelle con collegamento wireless ma sono davvero molto costose? Sai indirizzarmi su qualche prodotto valido ma ad un costo contenuto? Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      purtroppo non conosco modelli di cuffie usb, l’unica soluzione che mi viene in mente è usare una piccola scheda audio per intefacciare cuffie normali al pc.
      penso che una cosa del genere possa andare bene se non hai bisogno di volumi altissimi http://goo.gl/krtgiu

      Rispondi
  17. Sergiu

    Ciao! Ero interessato a prendere le Sony mdr 7506 e ti chiedevo se sono adatte alla produzione, che nel mio caso non riguarda l’utilizzo di strumenti, ma solo la produzione tramite DAW.

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      come spiegato nell’articolo, ti suggerirei piuttosto un paio di cuffie aperte o semiaperte perchè hanno un suono più naturale rispetto a quelle chiuse.
      comunque la scelta della cuffia non è così fondamentale come “conoscere bene la cuffia che hai” e soprattutto non limitare il tuo ascolto ad un solo sistema (anche se è il migliore del mondo), è importante anche tenere conto di come il tuo brano rende (ad esempio) su uno smartphone o su un autoradio.
      perciò se ti piacciono le sony prendile pure senza paura. la buona riuscita di una produzione va ben al di là della scelta di una cuffia piuttosto che un’altra.

      Rispondi
  18. Antonio

    Ciao Roberto ho appena comprato le Samson SR850 e ne sono soddisfatto. Sono un musicista e devo fare le scelte per un disco che ho appena finito di registrare. Il mio tecnico, ovviamente, mi consigliava AKG501 o B990 ma a me servono solo per avere un ascolto non faticoso, visto il lavoro lungo che mi aspetta.
    Volevo solo ringraziarti per la segnalazione.
    Mi sa che prenderò un ampli (anche piccolo), tipo Behringer, per pilotarle meglio.

    Rispondi
  19. Alessandro

    Ciao Roberto, posseggo un basso Ibanez ed un amplificatore Belcat 35 watt, mi servirebbe un consiglio su un paio di cuffie per suonare senza disturbare i vicini. Qualcosa di decente che i miti il suono del basso e di non troppo costoso, un buon rapporto qualità/prezzo.
    Grazie anticipatamente!!!
    Alessandro

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      una cuffia qualsiasi della mia lista farà un ottimo lavoro, scegli pure in tutta tranquillità quella che più ti ispira e che rientra nel tuo budget. fintanto che scegli da questa lista, non puoi sbagliare.

      Rispondi
  20. Alberto

    Voglio lasciare un contributo alla comunità.
    Da poco ho acquistato Audio-Technica ATH-M50x e per il momento mi astengo da dare un giudizio definitivo sulla qualità, il rodaggio richiede tempo, posso però dire che la riproduzione è fedele senza enfatizzazione dei toni e la riproduzione pulita. Sono invece certo della qualità costruttiva e vestibilità, è comoda e leggera e da senso di robustezza. Per il momento lo ritengo un’ottimo acquisto anche per il rapporto qualità prezzo.

    Rispondi
  21. Alessandro

    Ciao Roberto, posso chiederti un parere sulle AKG K240 MK II? Sto pensando a un regalo per un giovane pensionato che suona rock anni ’60 su una Stratocaster ma che teme che i vicini non apprezzino il suo talento 🙂 Dici che può essere una buona idea? E che differenza c’è con le AKG K240 Studio? Grazie!

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao, scusa il ritardo per la risposta.
      direi che come scelta è molto azzeccata.
      tra le k240 studio e le mk2 non c’è moltissima differenza, ma a mio avviso le mk2 sono appena più comode da indossare e hanno un suono un pochino più morbido e definito

      Rispondi
  22. fabio

    ho una yamaha psr 730 (tastiera) e vorrei delle buone cuffie per un max di 30-50€ cosa mi consigliate? ho trovato delle sennheiser su amazon a 20 e 36€ con impedenza, una 24 e l´altra 32..grazie

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      nessuna ragione in particolare.
      io posso fare una lista solo di ciò che ho potuto provare almeno una volta e non mi è mai capitata occasione di provare le superlux.

      Rispondi
  23. Giuseppe

    Ciao Roberto,
    complimenti per la chiarezza di esposizione.
    Vorrei porti un quesito.
    Per l’utilizzo home recording con scheda audio steinberg ur22 mkII collegata ad ipad vorrei acquistare un paio di cuffie chiuse.
    Sono indeciso tra le Audio Technica ATH-50MX, che tu recensisci, e le Beyerdynamic DT 770 pro, di cui non parli.
    Potresti aiutarmi a dirimere questo dubbio?
    Grazie per il consiglio
    Giuseppe

    Rispondi
  24. Riccardo

    Ciao, bellissimo lavoro! Ho una richiesta strana, mi servirebbe un paio di cuffie che riproducano molto bene le basse frequenze e che inizino a lavorare molto molto in basso, la parte alta delle frequenze non mi interessa anche se non è sgradito che suoni decentemente anche alle alte.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *