Scheda audio USB a 2 ingressi: le migliori!

Quale scheda audio scegliere?

È una domanda che vedo spesso nei commenti dei miei video su youtube e a cui spesso vengono associati diversi dubbi legati ad uno specifico modello:

  1. Sarà adeguata per il genere di musica che faccio?
  2. Ne ho davvero bisogno?
  3. Mi permetterà di usare i miei microfoni o di collegare in diretta la mia chitarra (o il mio basso)?

 È utile una scheda audio esterna?

Personalmente, credo che la scheda audio esterna sia un strumento estremamente utile nei casi in cui devi registrare strumenti acustici o voce (usando microfoni), strumenti elettrici (es. chitarra e basso) o strumenti elettronici (synth, drum machine, ecc..).

Ti fornisce un interfaccia di acquisizione con connettori professionali, solidi e standardizzati.

Gli ingressi in formato “Combo” ti permettono di collegare indifferentemente un jack o un cannon, lo switch per la phantom power ti permette di alimentare i tuoi microfoni a condensatore e gli ingressi “instrument” o “hi-z” forniscono un impedenza ottimale anche per il collegamento diretto di una chitarra o un basso elettrico con pick-up passivi.

L’elettronica interna permette di amplificare e regolare il gain (cioè la quantità di amplificazione) in maniera estremamente pulita e lineare per qualsiasi tipo di segnale che vuoi acquisire, garantendoti alta qualità di registrazione in tutte le situazioni e in tutti i generi musicali.

Ha tipicamente uscite sia per le casse che per le cuffie con volumi regolabili e indipendenti, in modo da permetterti di silenziare le casse quando registri (con le cuffie) e di silenziare le cuffie senza doverle scollegare ogni volta che vuoi riascoltare (o mixare) con le casse.

Inoltre integra una funzione di hardware monitoring che ti permette di miscelare in cuffia un feed diretto degli ingressi della scheda insieme all’audio proveniente dal computer.
Questa funzione è molto utile ad esempio per sentire adeguatamente in cuffia sia la tua voce che la base mentre registri una parte cantata.
Se vuoi approfondire, in questo articolo con video, ho parlato a lungo del monitoring hardware e della sua importanza.

Prima della lista, voglio lasciarti un altro link ad un mio video in cui ho parlato della scheda audio, di quali sono le sue caratteristiche principali e del perchè consiglio interfacce usb a 2 canali nella maggior parte dei casi: eccolo qui! il mio primo video! 🙂

Ecco la lista comodamente ordinata per prezzo medio ascendente.

Behringer UM2

Behringer Um2

  • Ingressi: 1 combo con phantom power e 1 jack con hi-z (“inst”)
  • Uscite: 1 stereo RCA, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring
  • Prezzo: Amazon

Piccola ed essenziale scheda audio ad un prezzo a dir poco imbattibile.
È stata sicuramente pensata per registrare con un microfono e/o con uno strumento elettrico, ma a mio avviso si può usare anche per registrare una tastiera in stereo collegando le uscite left e right della tastiera nei due ingressi davanti.

Focusrite Scarlett Solo

focusrite scarlett solo

  • Ingressi: 1 xlr con phantom power e 1 jack con hi-z
  • Uscite: 1 stereo RCA, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring
  • Prezzo: Amazon

Stesse caratteristiche della Behringer UM2 con qualche minima differenza.
il primo ingresso non è combo, quindi niente registrazioni di tastiere in stereo.
In compenso il design è decisamente più accattivante!

Presonus Audiobox

presonus audiobox

  • Ingressi: 2 combo con phantom power e hi-z (“instrument”)
  • Uscite: 1 stereo doppio jack bilanciato, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring, midi in, midi out
  • Prezzo: Amazon

Qualche passo avanti rispetto alle due schede precedenti, su questa abbiamo ben due ingressi combo che permettono di registrare 2 segnali qualsiasi in contemporanea.
Gli ingressi sono hi-z, perciò non è necessaria una DI attiva esterna nel caso volessimo usarla anche per registrare strumenti elettrici direttamente.

M-Audio M-Track Plus II

m-audio m-track plus 2

  • Ingressi: 2 combo con phantom power e hi-z
  • Uscite: 1 stereo doppio jack bilanciato, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring
  • Prezzo: Amazon

Interfaccia decisamente completa sul fronte audio.
Niente porte midi, ma nel caso servano, questo compenserà la mancanza.

Focusrite Scarlett 2i2

focusrite scarlett 2i2

  • Ingressi: 2 combo con phantom power e hi-z (“inst”)
  • Uscite: 1 stereo doppio jack bilanciato, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring
  • Prezzo: Amazon

Identica alla M-audio M-track Plus II, ma con il tipico design scarlett di casa Focusrite.

Tascam US 2×2

tascam us 2x2

  • Ingressi: 2 combo con phantom power e hi-z (“inst”)
  • Uscite: 1 stereo doppio jack bilanciato, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring, midi in, midi out
  • Prezzo: Amazon

Uscite bilanciate, ingressi combo con phantom power e hi-z, hardware monitoring e midi in/out, questa scheda non si fa mancare niente.

Steinberg UR22

steinberg ur22

  • Ingressi: 2 combo con phantom power, hi-z sul secondo canale
  • Uscite: 1 stereo doppio jack bilanciato, 1 Cuffie
  • Funzioni: hardware monitoring, midi in, midi out
  • Prezzo: Amazon

Interfaccia altrettanto completa se si trascura il fatto che il primo canale non ha hi-z.
Penso sia comunque molto difficile che capiti la necessità di dover usare due ingressi ad alta impedenza.

36 Replies to “Scheda audio USB a 2 ingressi: le migliori!”

  1. Lorenzo

    Ciao carissimo, innanzitutto complimenti!
    Volevo chiederti se hai trovato qualche “trucchettino” (senza passare per un mixer a parte) per registrare decentemente con dei microfoni a condensatore senza selettore “-20Db” (almeno con la Presonus AudioBox anche con il gain al minimo il segnale risulta troppo alto).

    Saluti,
    Lorenzo

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      se il segnale è troppo alto anche con il gain al minimo, potrebbero esserci due soluzioni immediate:
      1) allontanare il microfono
      2) usare un microfono dinamico

      altrimenti se capisci l’inglese e sei un po’ pratico col saldatore puoi costruirti un pad -20 esterno.
      trovi un sacco di suggerimenti qui http://www.uneeda-audio.com/pads/

      Rispondi
  2. Angelo

    Salve, grazie per il bellissimo articolo.
    Vorrei sapere una cosa. È possibile utilizzare una di queste schede per ridurre la latenza tra un tablet Android e una vecchia tastiera Roland E-15 collegata tramite cavo midi usb?
    Grazie mille, Angelo.

    Rispondi
    • gianluca marcon

      Mi sa che la latenza non e’ determinata dalla scheda audio ma dal processore,dalla ram e dal software stesso che utilizzi per registrare. Protresti optare per un Ipad della Apple che come tablet e’ molto piu indicato per fare musica.

      Rispondi
      • Roberto Autore dell'articolo

        si, in linea generale è corretto, ma non dimentichiamo che la latenza è determinata anche da come è scritto il firmware della scheda audio e da come sono scritti i driver lato computer (scritti in ogni caso dalla azienda che produce la scheda audio o dai loro terzisti) quindi alla fine tutti gli elementi concorrono a determinare la latenza

        Rispondi
  3. felice rubino

    Ciao Roberto, le chiedo se sia possibile collegare un microfono Rode nt1 al mixer (datato ma perfetto) Fbt Renegade Plus 240 e o se lo stesso sia sprovvisto di scheda audio 8Phantom). La ringrazio molto.

    Rispondi
  4. mario

    complimenti per l`articolo, un consiglio : fra queste schede audio su citate , quale consiglieresti premettendo che dovremmo registrare tutti strumenti acustici tradizionali ( bouzouki violino etc.) e una tastiera midi. e` preferibile comprare un pacchetto compreso di microfono come ad esempio SCHEDA AUDIO USB PRESONUS AUDIOBOX ITWO STUDIO BANDLE o microfono separatamente ? budget intorno ai 200,00 euro
    grazie

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao.
      fintanto che la scheda inclusa ha tutte le cose che ti servono (numero di ingressi, porte midi, ecc…) qualsiasi scelta basata sulla mia lista sarà ottima.

      Rispondi
      • Alà Eddin (Al)

        Era esattamente quello che volevo sentirmi dire…. cioè non c’è grande differenza fra le schede che stanno all’interno dello stesso range di questa lista, giusto?!
        Esempio: (focusrite solo\ Behringer) , (Audiobox\ M-Audio\ focusrite2i2) e in fine (Tascam\ Steinberg) giusto o capito male?!
        a me piu che la differenza di interfaccia e connessioni (che mi embrano ovvie) quello che è meno chiaro è la qualità a livello di materiali delle varie schede tipo i compressori\pre-amp ecc … ma se dici che siamo in una botta di ferro perche le hai testate di persona e che non è solo la spek trovata sui loro siti beh allora è differente

        Grazie Roberto davvero stai facendo la differenza qui su internet, io sono abituato a cercare tutto in inglese perche non sempre trovi articoli utili in Italiano, tu non sei questo caso, davvero complimenti … spero un giorno di stringerti la mano e ringraziati di persona :p

        Ps. vedo il mando con gli occhi di un bassista ERGO bisogni bassistici

        Rispondi
  5. Valerio

    Complimen6i per tutto il sito che hai creato, molto molto interessante ed istruttivo , per questo volevo chiederti , io faccio solamente musica adoperando il notebook e basi, solo che fino ad adesso uscivo dal jack cuffie per andare al mixer, ma mi hanno sconsigliato e mi hanno indirizzato di usare l’uscita usb e passare da una scheda audio esterna per poi tornare al mixer , pensi vada bene ? Che scheda posso adoperre ? Grazie

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ma perchè non eliminarlo proprio il mixer?
      abbiamo computer potentissimi oggigiorno, perchè non far gestire le basi direttamente dal computer e usare un software per gestire in maniera integrata la registrazione della voce sulla base per poi poter postprodurre tutto successivamente in completa libertà?
      siamo nel 2016, non nel 1986 🙂
      dai un’occhiata qui http://www.robertoporpora.it/reaper-tutorial/

      Rispondi
  6. Claudio Stevanato

    Ho un’AudioBox USB da 4 anni, e da un anno mi sta dando problemi, soprattutto perchè sono passato da mettere 10 sintetizzatori, a sulla quarantica circa, più tutti gli altri canali con samples etc, insomma già ha 4 anni e si sta “fondendo”, avrebbe senso comprare un’usb magari 3.0?

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      Non capisco la logica di questo ragionamento.
      Se hai necessità di gestire progetti più pesanti dovresti fare un upgrade al computer, non alla scheda audio.

      Rispondi
  7. Marco

    Ciao Roberto, partendo dal presupposto che non ho nessuna competenza in questo campo avrei un piccolo problema da sottoporti, ho mia figlia che studia piano ed abbiamo una pianola casio privia px-150 (ha un attacco usb)e visto che se la cava anche con il canto vorrei acquistare una scheda audio che permetta attraverso il computer di registrare la pianola e la voce.
    Vorrei utilizzare due casse per riascoltare e ovviamente le cuffie.
    Avrei bisogno quindi un consiglio su marca e modello scheda audio
    ti ringrazio anticipatamente

    Rispondi
  8. Fabrizio

    Bell’articolo , molto utile.
    Ho solo una domanda da porti..
    Vorrei cbiare la.mia vecchiotta Edirol fa66 ..ma.non trovo dei parametri per capire una cosa.

    Esiste una scheda che ha gli ingressi che vanno in clip piu tardi rispetto ad altri di altre schede tra quelle che hai provato?
    La mia scheda sopporta poco il segnale in ingresso che arriva dalla pedaliera per chitarra o da altre periferiche.
    Per non mandarla in clip devo tenere bassa la chitarra e quindi suonare a basso volume in registrazione..per poi alzare le tracce nella Daw.
    Naturalmente tengo i gain bassi e lavoro con l’uscita della.pedlaiera..ma arrivo a un livello appena accettabile..
    Grazie

    Rispondi
  9. Giacomo Zamattio

    Complimenti per tutte le informazioni che dai!
    Avrei un paio di domande, c’è tanta differenza tra la Presonus Audiobox e la Tascam? Perché avendo un budjet molto limitato anche risparmiare poche decine di euro sarebbe fantastico.
    La Steinberg UR22 dato che costa quasi 50 euro in più della Tascam è tanto meglio?

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      la differenza è praticamente nulla.
      la differenza più grossa è che la presonus si alimenta direttamente dalla porta usb mentre la tascam richiede anche un alimentatore esterno, quindi in un certo senso è meno portatile perchè sei costretto ad avere una presa della 220.
      chiaro che se sei sempre fisso nello stesso posto, non ti cambia niente

      Rispondi
  10. monda giuseppe

    salve,vorrei sapere se con una scheda audio esterna è possibile migliorare la qualita sonora di
    un notebook collegato ad un amplificatore hi fi, ed eventualmente quale che non costi molto. Grazie

    Rispondi
  11. gabriele

    Ciao,
    ho intenzione di acquistare una scheda audio che vorrei utilizzare con un tablet tresktor twin dotato di sistema operativo windows 10. Io possiedo già una scheda maya 44 usb che ho provato a utilizzare per l’home recording scaricando il driver per windows 8.1. Non sono però riuscito a farla funzionare ne col programma reaper ne con il software fruity loop che in genere utilizzo per registrare. Pertanto volevo sapere se le schede che hai recensito sono compatibili con il sistema operativo windows 10 e se posso utilizzarle senza problemi con i due programmi precedentemente citati per l’home recording. In particolare ero orientato alla scheda della behringer.

    Rispondi
  12. Ricky

    Ciao, forse riuscirai a chiarirmi un po’ le idee…
    Allora le mie esigenze per adesso sono quelle di migliorare la mia esperienza di ascolto sul PC… mi hanno consigliato un DAC USB con amplificatore per cuffie integrato… però mi son detto… perché non prendere una scheda audio esterna? Non ho esigenze di registrazione per il momento (ma potrei in futuro)… io vorrei solo ascoltare musica con un audio migliore rispetto a quello che offre la scheda integrata del PC… una scheda come la Scarlet i212 o la Presonus AudioBox iOne o iTwo potrebbero fare al caso mio? Non ho capito se si possono utilizzare come schede audio inteso nel senso tradizionale… so che può sembrare una domanda stupida… ma ancora non ho trovato nessuno che mi tolga questo dubbio!

    Rispondi
  13. Francesco

    Salve,
    Innanzitutto complimenti per l’articolo…Mi servirebbe una scheda audio, che non costi molto da usare solo ed esclusivamente per registrare e gestire VST (Kontakt + varie librerie); pensi che la Behringer UM2 possa fare al caso mio? Ha i driver asio?

    Grazie in anticipo, buona giornata.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *