Zoom R16 e Zoom R24, come registrare e mixare senza un computer [vchr007]

Video

Share

zoom r16 r24 vchr007

In questa puntata del mio videocorso, ho deciso, a seguito della richiesta di un mio ascoltatore, di realizzare un video per mostrare le funzioni di base dello Zoom R24 in modalità standalone.

Perchè mai hai deciso di accontentare questa richiesta così specifica?
Io non ho nè lo Zoom R16 nè lo Zoom R24, cosa me ne faccio di questa puntata?

Questo è ciò che in molti si chiederanno e non gli si potrà certo dare torto, infatti questa puntata è veramente molto specifica e non serve a molto a chi non possiede una di queste unità oppure attrezzi simili come il Boss br800 o il più fornito Tascam dp-24.
Io stesso non ho comprato uno Zoom R24 per utilizzarlo completamente in modalità standalone.
Lo utilizzo piuttosto come scheda audio per il computer, oppure per registrare le prove al volo e quando arrivo a casa trasferisco poi comunque tutto sul computer per mixarlo con Reaper.

Prima di tutto ho fatto questo video perchè ne ho ricevuto richiesta e come ho detto fin da subito, vorrei che il corso evolvesse col feedback degli utenti, perciò ogni volta che posso, rispondo alle domande che ricevo.

Tuttavia lo scopo più interessante di questo video è fornire un esempio concreto di come si può registrare un intero brano senza utilizzare un computer.

Oggigiorno, quando si parla di registrazione audio, si da sempre per scontato che la cosa avvenga con l’ausilio del computer.
Prova a pensarci un attimo: qual’è il prodotto di tutto il processo di registrazione?
Oltre ad un sacco di divertimento, ci aspettiamo che da questa attività esca un file audio pronto per essere diffuso tramite il web o per essere messo su cd, in modo che il nostro pubblico possa ascoltare.
Nessuno ormai ascolta più le audio-cassette e gli appassionati che ascoltano musica su vinile sono purtroppo in forte minoranza.

Registrare senza il computer impone grossi limiti, soprattutto sull’editing, sul numero di effetti, sul numero di tracce, ma anche solo in piccole cose come la ricerca di un determinato pezzo della canzone senza l’ausilio grafico delle forme d’onda.
Un tempo, la musica si faceva più o meno così e nonostante tutti questi limiti, usciva della magnifica musica.
Se una ripresa veniva male, non esisteva la frase “lo aggiustiamo dopo al computer”, piuttosto si cercava di ottenere fin da subito una buona ripresa.

Ciò che mi piacerebbe lasciar leggere tra le righe di questo articolo è che quando si parla di attività creative come comporre, registrare, mixare, suonare o cantare, avere dei limiti tecnologici non significa necessariamente imporre dei limiti alla propria arte, ma piuttosto stimolare la propria crescita artistica.

Detto questo, fra 2 settimane vedremo invece l’approccio moderno alla registrazione con un tutorial su Reaper.

Share

14 Replies to “Zoom R16 e Zoom R24, come registrare e mixare senza un computer [vchr007]”

  1. Federico

    Salve Roberto, vorrei chedere visto che la utilizzi come interfaccia, sulla daw è possibile armare 8 tracce per registrazione simultanea o riconosce solo due ingressi audio come le più diffuse schede audio usb in ambiente home?
    Grazie e complimenti, bei video e tutorial.

    Rispondi
  2. renato

    ciao roberto,
    siamo in 4 e vorrei sapere se può essere utilizzato come mixer stand alone (senza computer).
    Se ha latenza e se gli effetti sono in tempo reale.
    Lo posso utilizzare con linux?
    grazie
    renato

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      ciao!
      Si, si può usare come mixer e non ha latenza (non percepibile almeno…).
      anche gli effetti sono assolutamente in tempo reale.
      non ti so dire nulla per quanto riguarda linux, però puoi sicuramente sempre registrare stand alone su scheda SD e poi importare i file sul tuo programma su linux.

      Rispondi
  3. marco

    ciao Roberto
    è adatto per registrazioni di voce con basi midi o mp3 karaoke ?
    che risultato si potrebbe ottenere ?
    io cerco la semplicità in assoluto (sono del tutto ignorante in materia)

    Rispondi
  4. Marius

    Salve Roberto, vorrei sapere se la r24 permette funzioni di copia e incolla di porzioni di una traccia audio da incollare e ripetere a piacere lungo la stessa traccia o su un’altra traccia, era esempio suono una sola volta un arpeggio di chitarra e lo copio e incollo in serie per vari beat, così come un modello similare della tascam permette.

    Rispondi
  5. Corcillo Aldo

    Ciao posso chiederti un parere? Uso zoom r16 da pochi giorni lo sto provando ma ho un problema con un forte ronzio collegando la mia audya 4 con Jack bilanciati, il ronzio scompare se stacco il cavo midi, il fatto è che senza il midi la audya non si può pilotare in quanto è senza tastiera, provato a cambiare anche cavo midi ma il risultato è lo stesso. Sulla scheda audio del pc(emu 1820) questo non succede. Problema zoom o altro? Grazie

    Rispondi
  6. Renato

    Salve Roberto, mi hanno appena regalato uno zoom r16 . Sarei interessato a sapere se è possibile collegare la chitarra ad un pedale multieffetto e poi dal pedale all’ingresso 1 (hi-z) oppure credi creerebbe problemi ? Grazie del tutorial. Renato.

    Rispondi
  7. FRANCESCO

    Avrei una domanda. Scusate se può sembrare banale. Lo Zoom r16 fuonziona anche da semplice mixer con gli effetti anche se non registra? Mi spiego: Se NON sono in registrazione e suono simultaneamente alcuni strumenti con effetti riverbero e distorsione è attiva l’uscita audio dello Zoom?

    Rispondi
    • Roberto Autore dell'articolo

      Si è attiva come descrivi.
      in ogni caso puoi regolare separatamente volume delle cuffie e volume dell’uscita per le casse quindi in teoria potresti anche disattivarne una mettendo il volume a zero

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *